FACTBOX - Crisi finanziaria, come funziona fondo sostegno Ue

mercoledì 29 ottobre 2008 17:57
 

29 ottobre (Reuters) - La linea di credito a medio termine messa a punto dall'Unione europea, nota come fondo Ue per la crisi, è uno strumento finora poco usato cui si potrebbe però oggi fare ricorso a sostegno dei paesi europei più in difficoltà, quelli dell'Europa centrale e orientale maggiormente colpiti dalla crisi finanziaria globale.

Ideata in origine per aiutare i paesi Ue a stabilizzare le condizioni economiche prima dell'adozione della divisa unica, lo strumento è stato appena scelto per sostenere l'Ungheria, cui è stato concesso un prestito da 6,5 miliardi di euro nell'ambito di un pacchetto con la supervisione del Fondo monetario internazionale.

La Commissione europea si è impegnata oggi a garantire identico sostegno ad altri paesi dell'ex cortina di ferro, entrati nell'Unione nel periodo 2004-2007, in caso di gravi difficoltà finanziaria.

Di seguito i dettagli su come funziona il fondo:

* In base alla norma Ue datata febbraio 2002, la Commissione propone finanziamenti a favore di paesi "gravemente minacciati da difficoltà nella bilancia dei pagamenti o nel movimento di capitali".

* L'assistenza totale prevede attualmente un tetto di 12 miliardi di euro, la Commissione proporrà tuttavia di innalzare la soglia a 25 miliardi.

* Possono accedere allo schema di finanziamento i paesi dell'Unione che non hanno ancora introdotto l'euro.

* Il consiglio Ecofin autorizza il prestito e le condizioni della sua concessione, come durata e rate, dopo la trattativa tra Commissione e paese destinatario del finanziamento.   Continua...