Btp deboli con Bund, ottima domanda su nuovo decennale in asta

mercoledì 29 aprile 2009 12:55
 

 MILANO, 29 aprile (Reuters) - Si muovono al ribasso i
benchmark Btp, ricalcando la correzione del Bund tedesco di
fronte all'intonazione positiva di listini di borsa.
 Ad appesantire l'obbligazionario europeo in parte anche
l'attesa dell'appuntamento con il collocamento italiano di fine
mese sul tratto medio/lungo, peraltro accolto da una domanda che
gli operatori definiscono ottima e particolarmente vivace sul
nuovo Btp decennale.
 Rispetto a una forchetta tra 8,75 e 13 miliardi di euro, il
ministero dell'Economia ha assegnato nuova carta per complessivi
12,254 miliardi spalmata su Btp 2012 e 2019 insieme a tre Cct,
le scadenze settembre 2015, luglio 2013 e dicembre 2014 - gli
ultimi due certificati non più in corso di emissione.
 "Un collocamento davvero pesante ma accolto al meglio: un
buon affare per il Tesoro cui ha comunque fatto seguito una
tenuta dei prezzi sul secondario" commenta un operatore, secondo
il quale un importo complessivo simile non si vedeva da anni.
 Reduce da due giorni di flessione sul grey market che lo
hanno reso perticolarmente appetibile in termini di rendimento,
il nuovo decennale settembre 2019 - assegnato per l'importo
record di 5,5 miliardi, massimo dell'offerta - ha attratto
questa mattina un buon interesse nel pre-asta che ne ha reso il
prezzo meglio allineato rispetto alle scadenze della curva più
vicine.
 "Rispetto all'attuale benchmark marzo 2019 il titolo è
partito con un premio di rendimento di quasi 20 centesimi... la
differenza si è ridotta a circa 14 punti base già prima
dell'asta e siamo poi rimasti su questi livelli: in termini
assoluti rimane un ottimo prezzo" spiega un secondo addetto ai
lavori.
 A proposito del rapporto domanda/offerta, una nota di
Commerzbank rileva come un coefficiente di 1,383 sia il miglior
risultato per una nuova tranche di decennale da dicembre 2006.
 Trattandosi di un titolo nuovo, va infine ricordato che la
riapertura di domani destinata agli specialisti ammonta a un
quarto dell'importo assegnato - dunque 1,375 miliardi.
 Buona la domanda anche sul tre anni, la quinta tranche del
titolo marzo 2012 collocata per 3,46 miliardi contro un range di
2,5-3,5 miliardi.
 "Il prezzo è in linea alla lettera del mercato... in termine
di volumi e prezzi le aste di oggi sono andate complessivamente
molto bene" commenta un addetto ai lavori.
 Un ultima menzione va ai Cct, collocati per complessivi
3,294 su massimi 4 miliardi dell'offerta.
 "Da un paio di anni non si vedevano importi del genere e
soltanto qualche mese fa un'asta di queste dimensioni sul
comparto sarebbe stata impensabile" commenta l'operatore che ha
seguito il collocamento.
 "Nel momento di minore pressione per il segmento si è scelto
di collocare un ammontare davvero importante... è positivo che i
prezzi stiano tenendo sul secondario ma il mercato avrà bisogno
di qualche tempo per digerire la nuova carta" conclude.
 
=============================== ORE 12,45 ======================
                                  PREZZI  VAR.   RENDIMENTO
 FUTURES BUND GIUGNO FGBLc1       122,53  (-0,43)
 BTP 2 ANNI  (MAR 11) IT2YT=TT    103,01  (-0,02)     1,855%
 BTP 10 ANNI (MAR 19) IT10YT=TT   101,84  (-0,21)     4,313%
 BTP 30 ANNI (AGO 39) IT30YT=RR*   98,57  (-0,19)     5,157% 
 ========================= SPREAD (PB) ========================
                                           CHIUSURA IERI
 TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5     16                  18 
 BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3     49                  49 
 BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5    111                 113 
 BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7    121                 123 
 BTP 2/10 ANNI                      245,8               243,9 
 BTP 10/30 ANNI*                     84,4                86,9 
 ============================================================= 
* prezzo e rendimento benchmark agosto 2039 da schermi
Reuters oggi