PUNTO2-Wind Acquisition prepara bond 2017 da 2,7 mld,due tranche

lunedì 29 giugno 2009 17:02
 

(Aggiunge ipotesi rendimento, quarto paragrafo)

MILANO, 29 giugno (Reuters) - Wind Acquisition, come era nelle attese, ha lanciato stamane un'emissione obbligazionaria per un controvalore complessivo in euro pari a 2,7 miliardi ha detto Ifr, una servizio online Thomson Reuters di notizie e nalisi di mercato.

Fonti vicine all'operazione hanno detto successivamente a Reuters che le emissioni saranno in dollari e in euro e della durata di 8 anni con una call dopo il quarto anno.

"I book per la raccolta degli ordini sono stati già aperti" dice una delle fonti. "Per il momento non è stata ancora data un'indicazione di rendimento" aggiunge una delle fonti.

Alcune fonti di mercato dicono che, considerando il bond già esistente di Wind con scadenza 2015 sul mercato che quota oggi un rendimento del 10,75%, "il bond odierno, alla scadenza della call, nel 2013, dovrebbe offrire un rendimento pari all'11-11,50% , il che significa al momento, circa 840-850 punti base sopra il tasso swap" dice una delle fonti.

Fonti finanziarie, che avevano detto a Reuters dell'intenzione di Wind emettere un bond 'della durata di almeno 5 anni', avevano aggiunto di pensare a una cedola pari o di poco superiore all'8%.

L'operazione odierna, comunica la società, servirà a rimborsare anticipatamente un prestito PIK (payment in kind) in scadenza nel dicembre 2011. Inoltre -- dice la società -- servirà a distribuire un dividendo da 500 milioni di euro all'azionista Weather Investments e a coprire altri costi e spese in relazione all'operazione odierna.

Per poter svolgere tale operazione si era in attesa del nulla osta dai detentori di titoli senior e dei prestiti in scadenza nel 2014 (titoli senior lien) e e 2015 (titoli high yield).

Le banche a guida dell'operazione sono Deutsche Bank, Imi (ISP.MI: Quotazione), Csfb nella qualità di coordinatori internazionali, a sui si aggiungono, in qualità di bookrunner, BNP Paribas, Calyon, Goldman Sachs, JP Morgan, Banca Monte dei Paschi di Siena, Royal Bank of Scotland e UniCredit.

Wind - che fa capo agli interessi della famiglia Sawiris come l'operatore mobile Wind Telecomunicazioni - ha rating 'B2' per Moody's e 'BB-' per Fitch.