Pop Emilia,non ancora definita modalità rafforzamento patrimonio

giovedì 28 maggio 2009 12:23
 

MILANO, 28 maggio (Reuters) - Popolare Emilia Romagna (EMII.MI: Quotazione) non ha ancora definito la forma tecnica dell'operazione di rafforzamento del capitale primario da 250 milioni di euro, anche in alternativa all'emissione dei Tremonti-bond, da attuarsi entro la fine dell'anno.

Lo ha detto l'AD dell'istituto emiliano, Fabrizio Viola, a margine dell'incontro con gli investitori organizzato da Deutsche Bank.

"Riusciremo ad evitarli con un'altra forma di rafforzamento patrimoniale, vediamo quale sarà la forma migliore", ha risposto il manager a chi gli chiedeva se nell'ambito dell'attesa operazione di rafforzamento del patrimonio della banca fosse possibile ricorrere ad una forma alternativa all'utilizzo dei Tremonti-bond.

"Stiamo ancora studiando", si è limitato a dire Viola al riguardo, senza dare alcuna indicazione sulla tempistica.

L'AD ha poi detto che, anche in vista dell'imminente scomparsa del mercato di borsa Expandi, dove attualmente è trattato il titolo della banca, e del passaggio al mercato principale Mta, farà un roadshow in Europa e negli Usa nelle prime settimane di giugno.

Su un eventuale passaggio al nuovo indice Ftse Mib che, a partire dal primo giugno, sostituirà l'attuale S&P/Mib, Viola spiega che "da un punto di vista della capitalizzazione dovremmo esserci ma dobbiamo vedere come funziona per la liquidità".