Crisi, in dl blocco tariffe, pedaggi e bollette - Tremonti

venerdì 28 novembre 2008 14:18
 

ROMA, 28 novembre (Reuters) - Il decreto legge con le misure anti crisi prevede una serie differenziata di blocchi e moratorie per tariffe, pedaggi e bollette allo scopo di sostenere il reddito imponibile delle famiglie.

Lo ha detto il ministro dell'Economia Giulio Tremonti confermando che il governo punta a rivedere, in accordo con le concessionarie autostradali, il sistema delle tariffe per vincolarlo agli investimenti e mobilitare così almeno 10 miliardi di euro.

"Su tariffe, bollette e pedaggi il decreto dice che non possono salire ma identifica strumenti per farli scendere. Non è una norma facile da scrivere, avremo emendamenti, precisazioni e tutte le indicazioni saranno ben accolte", ha detto Tremonti nel corso della conferenza stampa a Palazzo Chigi al termine del Cdm che ha approvato il decreto anti crisi.

Secondo Tremonti, "una parte della discesa è automatica perché il petrolio scende, una parte sarà 'spintanea' [cioé con un intervento del governo], una parte addirittura volontaria. Lo spontaneo è autostrade: il sistema delle concessionarie spontaneamente ha ipotizzato una tregua sugli aumenti".

"Ci deve essere un allineamento, monitorato e oggettivo, tra pedaggi e investimenti e pensiamo che a seguito di un tavolo il sistema autostradale possa attivare investimenti almeno per 10 miliardi. Questo è un caso in cui il decreto mette in movimento soldi senza usare leva pubblica", ha spiegato il ministro.