Scudo, Bankitalia a Tesoro: Precisazioni su riciclaggio - fonte

mercoledì 28 ottobre 2009 15:12
 

ROMA, 28 ottobre (Reuters) - Banca d'Italia ha di recente segnalato al ministero dell'Economia l'opportunità di definire regole più specifiche sull'applicazione della disciplina antiriclaggio allo scudo fiscale.

Lo riferisce una fonte vicina alla situazione che chiede di mantenere l'anonimato.

"La questione della compatibilità tra la disciplina sullo scudo e la direttiva antiriciclaggio è all'attenzione degli organismi internazionali. Recentemente la Banca d'Italia ha segnalato al Tesoro l'opportunità di definire delle regole più specifiche", dice la fonte.

Al momento non è stato possibile avere commenti nè dal Tesoro, nè dalla Banca d'Italia.

Lo scudo fiscale elimina l'obbligo in capo agli intermediari di segnalare operazioni sospette di riciclaggio.

La circolare applicativa sullo scudo, diffusa il 10 ottobre dall'Agenzia delle entrate, ha specificato che le banche sono comunque tenute all'obbligo di segnalazione delle operazioni sospette nei casi in cui "sanno, sospettano o hanno motivi ragionevoli per sospettare che le attività oggetto della procedura di emersione siano frutto di reati diversi" da quelli scudabili.[ID:nLC317544] Secondo l'avvocato Giuseppe Scassellati Sforzolini, l'Italia rischia di essere citata dalla Commissione europea davanti alla Corte di giustizia perché la direttiva sull'antiriclaggio non ammette deroghe.[ID:nL9624616]

Finora la commissione europea non ha ravvisato profili critici tra lo scudo fiscale e la legge comunitaria.[ID:nLG431362]