PUNTO 1-Risanamento,Mariconda presidente,piano da totali 520 mln

martedì 28 luglio 2009 12:59
 

(Aggiunge nuovi dettagli in coda)

MILANO, 28 luglio (Reuters) - Il Cda di Risanamento (RN.MI: Quotazione) ha nominato ieri sera come presidente "di garanzia" il professore e avvocato Vincenzo Mariconda e ha approvato il piano da 500 milioni di euro elaborato dalle banche creditrici per salvare la società dal fallimento.

Domani mattina si terrà infatti l'udienza sull'istanza di fallimento avanzata dalla Procura di Miano il 16 luglio scorso, originata da un'indagine per bancarotta che vede tra gli indagati proprio il fondatore di Risanamento Luigi Zunino.

Zunino si è dimesso luglio dalla carica di presidente e AD il 20 luglio; non si è dimesso invece dal ruolo di consigliere.

In una nota emessa ieri in piena notte Risanamento ha illustrato le linee guida "delle intese in corso di formalizzazione con i principali gruppi bancari creditori, che rappresentano complessivamente oltre il 60% dell'indebitamento della società, che saranno trasfuse in un accordo di ristrutturazione dei debiti ai sensi dell'art. 182 bis della Legge Fallimentare".

L'articolo di legge fa rifermento alla possibilità per un imprenditore in stato di crisi di trovare autonomamente un accordo con i creditori (purchè almeno il 60%) su un piano di ristrutturazione che necessita comunque l'omologa del Tribunale. Risanamento è stata assistita dal consulente Salvatore Mancuso e dall'adviser Leonardo.

PIANO DA 500 MILIONI DI EURO, BANCHE NEL CAPITALE   Continua...