Auto, sindacati chiedono a governo scelte chiare per lavoratori

mercoledì 28 gennaio 2009 19:58
 

ROMA, 28 gennaio (Reuters) - Il governo decida presto come intervenire sul settore auto per dare risposte chiare ai lavoratori.

E' la richiesta di Cgil e Cisl al governo nel corso del tavolo a Palazzo Chigi sulla crisi dlel'auto.

In particolare, il segretario generale della Cisl, Raffaele Bonanni, ha mostrato apprezzamento per il ventaglio di iniziative presentate dall'esecutivo per gli eco-incentivi.

"La soluzione è sostenere la domanda e qualificare l'offerta. Bisogna fare in fretta e dare certezza alle imprese. E' assurdo contrapporre aziende grandi e piccole oppure Nord e sud. Le aziende si salvano insieme", ha detto Il segretario della Cgil, Guglielmo Epifani, precisando che è "necessario ampliare gli ammortizzatori. Se la crisi dell'auto sarà lunga bisogna aumentare la cig. Le imprese si devono impegnare a non delocalizzare". Bonanni chiede soprattutto di "sostenere l'occupazione e mandare un segnale chiaro di tranquillità ai lavoratori".

"Anche le banche devono fare la loro parte. Finora sono state ben lontane dalla logica di sostenere la produzione industriale, specie le Pmi", ha aggiunto Bonanni.