Opel, Fiat e Magna in corsa, problemi finanziamento - analisti

giovedì 28 maggio 2009 16:38
 

PARIGI, 28 maggio (Reuters) - La battaglia per Opel si è di fatto ristretta a una corsa tra Fiat FIA.MI e Magna MGa.TO, ma le trattative notturne per proteggere Opel dalla procedura di fallimento pilotato possibile per GM (GM.N: Quotazione) non hanno avuto esito. Sotto i commenti degli analisti sui colloqui:

MICHAEL RAAB, KEPLER CAPITAL MARKETS

"La soluzione sembrava molto positiva per Opel e per le parti interessate, se non fosse sorto il problema del finanziamento ponte. Il fatto che venga trasferita senza debito e in possesso dei suoi brevetti migliora la possibilità di ottenere garanzie/denaro del governo".

"Questo rende probabile che Opel venga temporaneamente parcheggiata presso un 'custode', come suggerito dal governo tedesco. Ma un finanziamento ponte sarebbe obbligatorio per un piano di questo tipo. Pensiamo che la soluzione sarebbe positiva per Opel e renderebbe l'affare ancora più interessante per Fiat e Magna. Ma le richieste Usa hanno portato a una battuta d'arresto".

MICHAEL SEIFERT, D&B GERMANY

"Le dimensioni da sole non proteggono nessuno dalla caduta, neanche GM. Il più grande produttore di auto del mondo cerca di muoversi in questa situazione senza speranza alla fine della quale, tutti i segnali sembrano indicare ci sia l'insolvenza".