Monetario risente di calo borse, alto ricorso a deposit facility

lunedì 27 ottobre 2008 12:32
 

MILANO, 27 ottobre (Reuters) - Il mercato interbancario si mantiene prudente, con pochi scambi. L'eccedenza di liquidità si traduce in un mantenimento dell'overnight al di sotto del tasso di riferimento e appare mal distribuita.

"Il mercato la scorsa settimana si stava un po' riprendendo, poi quello che è successo alle borse venerdì e quello che sta succedendo oggi non ha certo fatto bene. Prevale molta prudenza e gli scambi sono pochi" dice un tesoriere.

"Il ricorso alle deposit facility della Bce la dice lunga sull'ammontare della liquidità e sulla sua distribuzione" dice ancora il tesoriere.

Il sistema bancario della zona euro ha fatto ricorso venerdì sera a depositi marginali a un giorno presso la Bce per oltre 200 miliardi di euro. Le statistiche aggiornate a questa mattina e relative a venerdì - come si legge alla pagina ECB40 - mostrano un'erogazione di prestiti al 4,25% pari a 14,086 dai 12,754 miliardi della seduta precedente, e un utilizzo dei depositi remunerati al 3,25% per 202,558 miliardi, per la prima volta da oltre una settimana oltre la soglia di 200 miliardi.

Ieri l'Eonia è stato fissato a 3,566%, mentre alle 12,25 circa su Mid l'Eonia viaggia a 3,45-3,58%.

Il saldo di venerdì è stato pari a 181,2 mld di euro con numeri neri per 704,3 miliardi.

"Non abbiamo stime sul saldo, in momenti come questo si naviga a vista", dice ancora il tesoriere.

"L'Euribor ha un po' rallentato il suo processo di discesa, ma dai 6 mesi in poi il calo procede relativamente sostenuto" dice l'operatore.

I tassi benchmark per i prestiti sull'interbancario al fixing odierno mostrano una nuova flessione, seppur marginale, per le scadenze a tre mesi e a sei mesi. L'Euribor a tre mesi EURIBOR3MD= è stato infatti fissato al 4,912% dal 4,918% di ieri, ancora sui minimi dal 5 giugno scorso quando era stato fissato a 4,866%, secondo gli schermi Reuters. In ridimensionamento al 4,964% dal 4,973% precedente la scadenza a sei mesi, che all'inizio del mese era sui massimi degli ultimi 14 anni. L'Euribor a una settimana EURIBORSWD= si è invece attestato al 3,944%, in lieve rialzo dal 3,931% di ieri.   Continua...