28 luglio 2009 / 05:39 / 8 anni fa

MONETARIO - Cosa succede oggi martedì 28 luglio

* Sul fronte macro in arrivo da Isae l'indice congiunturale relativo alla fiducia dei consumatori di luglio, per cui la mediana delle attese raccolte da Reuters proietta un ulteriore leggero miglioramento a 105,9 dal 105,4 di giugno. Con il terzo rialzo consecutivo, già il mese scorso l'indagine ha messo a segno il miglior risultato da dicembre 2007

* Si concluderanno oggi i due giorni di vertice bilaterale tra Stati Uniti e Cina. Al centro delle discussioni i tempi per iniziare a ritirare i massicci piani di stimolo economico e le preoccupazioni cinesi sul crescente deficit statunitense. Stasera verrà emesso un comunicato conclusivo seguito da una conferenza stampa.

* La Bei è disposta a mantenere a livelli straordinari anche nel 2010 i finanziamenti - che quest'anno si attesteranno sui 70 miliardi di euro - per aiutare la ripresa. Maystadt, presidente Bei, vede nel 2010 la conclusione della crisi, mentre nella seconda metà del 2009 è previsto il momento più duro, con un aumento della disoccupazione. In un'intervista al Sole 24 Ore, Maystadt ha sottolineato come la priorità siano le infrastrutture, in particolare nel settore energetico

* Protagonista dal lato del primario in tarda mattinata è il ministero dell'Economia, che offre agli investitori 13,5 miliardi tra il nuovo Bot semestrale 29 gennaio 2010 (10 miliardi contro gli 11 in scadenza) e la terza tranche del Ctz 30 giugno 2011

* L'inflazione in Cina potrebbe toccare il livello più basso alla fine del terzo trimestre per poi risalire. I prezzi al consumo stanno infatti iniziando a mostrare i primi segni di una stabilizzazione, con l'indice sceso dell'1,7% da inizio anno, ha rivelato nella notte il dipartimento di statistica della banca centrale cinese. Nel secondo trimestre, inoltre, la crescita dell'Impero di mezzo è stata più forte delle attese, toccando +14,9% su base annualizzata e corretta per i fattori stagionali

* Il greggio viene scambiato sulle piazze asiatiche a quasi 68,5 dollari al barile, dopo essere salito ieri ai massimi di oltre tre settimane a 68,99 dollari. A dare benzina ai prezzi hanno contribuito i dati americani sulla vendita di case unifamiliari, balzate ai massimi dal dicembre del 2000

* Chiusura negativa ieri sera a New York per i titoli di stato americani. I rendimenti del 10 anni hanno testato i massimi di un mese sulla scia dell'ondata di emissioni di questa settimana. All'indomani dell'asta di indicizzati a 20 anni per 6 miliardi di dollari, è oggi il turno dei titoli a 2 anni per un ammontare di 42 miliardi. Il benchmark decennale US10YT=RR ha chiuso in calo di 16/32 per un rendimento del 3,73%, mentre il 2 anni US2YT=RR ha lasciato sul campo 2/32 per un rendimento dell'1,05%

DATI MACROECONOMICI

ITALIA

* Isae, fiducia consumatori luglio (9,30) - attesa 105,9

USA

* Fiducia consumatori luglio (16,00) - attesa 49,0

ASTE TITOLI DI STATO ITALIA

* Tesoro offre 10 miliardi Bot a 6 mesi (182 giorni) e 3,5 miliardi terza tranche Ctz 30/6/2011

OLANDA

* Asta titoli 2011, 2012 e 2018

USA

* Tesoro offre titoli Stato a 2 anni (19,00)

BANCHE CENTRALI

USA

* A Coeur D'Alene intervento Yellen, Fed San Francisco (18,35)

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below