Monetario, derivati Euribor in ribasso dopo Weber

mercoledì 27 agosto 2008 13:07
 

MILANO, 27 agosto (Reuters) - Situazione abbastanza stazionaria sull'interbancario a detta dei tesorieri che rilevano però come i futures sui tassi Euribor ritraccino rispetto ai movimenti dei giorni scorsi.

A muovere al ribasso i contratti sull'Euribor, i commenti di Axel Weber, membro del consiglio Bce, che ha definito i tassi ancora sul versante "accomodante" piuttosto che neutrali. Il banchiere centrale tedesco ha detto anche di non aspettarsi che l'inflazione rallenti solo per via di una crescita più debole e ha definito prematuro parlare di calo tassi.

"I Cpi dei land tedeschi finora sono usciti sulla fascia bassa delle attese, aumentando le probabilità di una politica Bce meno stretta" dice un tesoriere. "Ma i derivati sull'Eurobor avevano già fatto ieri i loro movimenti al rialzo, e adesso ritracciano" precisa.

"Inoltre il mercato è anche un po' confuso dalla parole di (membro del comitato esecutivo Bce Juergen) Stark che ieri ha usato toni aggressivi inattesi" aggiunge.

Ieri, in un'intervista al quotidiano tedesco Sueddeutsche Zeitung, il banchiere ha parlato di crescita di rischi inflazionistici a medio termine, dato che il rincaro dei prodotti energetici ha condotto a un generale aumento dei prezzi e dei salari. Ieri i futures sui tassi d'interesse della zona euro erano saliti dopo la pubblicazione dell'indice Ifo risultato peggiore delle attese.

Oggi a metà seduta il futures a settembre sale di 0,005 a 95,020, quello a dicembre cede 0,020 a 94,935 e marzo perde lo 0,40 a 95,265. Giugno arretra invece di 0,060 a 95,470.

Per quanto riguarda la liquidità, il saldo dell'eurosistema si è attestato ieri a 200,3 miliardi di euro, con numeri neri a ieri sera pari a 120,1 miliardi.

Ulteriori dettagli sulla liquidità in Europa e in Italia alle pagine Reuters ECB40 e BITS.