GM, bassa adesione obbligazionisti a offerta scambio - fonti

martedì 26 maggio 2009 18:15
 

NEW YORK, 26 maggio (Reuters) - E' stata fredda finora la risposta degli obbligazionisti di General Motors (GM.N: Quotazione) all'offerta di conversione in azioni della società che risulterà dalla riorganizzazione dei 27 miliardi di dollari di debito in mano agli investitori.

Lo riferiscono alcune fonti precisando che gli obbligazionisti hanno aderito all'offerta di scambio in misura pari a una percentuale "low single digit" del debito disponibile.

GM ha fatto sapere che potrebbe essere costretta a presentare istanza di bancarotta se non riuscirà a convertire nell'offerta in scadenza poco prima della mezzanotte di oggi il 90% - circa 24 miliardi di dollari - del proprio debito.