Btp e Bund in rialzo su tensione, forte volatilità

venerdì 26 settembre 2008 17:33
 

 MILANO, 26 settembre (Reuters) - Giornata di tensione sui
mercati, che si è riflettuta anche sul secondario italiano, in
particolare sulla parte breve della curva, a dire dei trader.
 "Oggi si sono registrati movimenti violentissimi, con
particolare volatilità sulla parte breve della curva" dice un
trader. "La situazione resta critica e finché non verrà
approvato il pacchetto Usa si vede il rischio di altri
fallimenti dopo quelli già avvenuti, sul mercato si è vista
pochissima liquidità, specie sui brevi".
 Tra gli investitori, infatti, continua a regnare l'attesa di
conoscere l'evoluzione delle trattative per il piano di
salvataggio del settore finanziario Usa, che prevede lo
stanziamento di circa 700 miliardi di dollari. 
 Ieri sera sui mercati c'era ottimismo grazie alle voci di
un'intesa informale, ma i colloqui si erano poi bloccati. Oggi,
in attesa della ripresa dei negoziati, il presidente George W.
Bush ha detto il piano sarà approvato dal Congresso, anche se ci
sono disaccordi su parti del progetto.
 "Sul mercato si sono visti anche gli effetti delle voci di
un taglio dei tassi nella zona euro. I futures sull'Euribor sono
saliti" dice ancora il trader.
 Oggi fonti monetarie della zona euro hanno detto che le
aspettive del mercato su una riduzione del tasso di riferimento
della Bce all'inizio del prossimo anno o anche prima sono
ragionevoli. Le fonti si sono dette per lo più d'accordo con le
aspettative dei mercati e degli economisti internazionali per un
taglio dei tassi della Bce dall'attuale livello del 4,25% entro
la prima metà del 2009.
 Guardando al 'rischio paese', il differenziale Btp/Bund
torna a mostrare un allargamento sul tratto decennale rispetto
ai 68 punti base di ieri in chiusura. L'andamento è coerente con
la ripresa dell'avversione al rischio nel momento di incertezza,
ma si resta ancora relativamente lontani dai livelli della
scorsa settimana, quando lo spread ha toccato gli 82 punti base,
massimo dall'Uem.
 Questa sera a ridosso della chiusura, il flight-to-quality
determina quindi un ampliamento dello spread fra Italia e
Germania che attorno ai 72 punti base.
 Dopo un'apertura a 113,58, il futures sul decennale Bund di
riferimento ha toccato un massimo a 114,06. 
 Sul mercato primario, stamane il Tesoro ha collocato 750
milioni del BTPei in un'asta che il trader hanno trovato "cara".
 Lunedì il Tesoro offrirà Btp a 3 e a 10 anni e Cct per un
ammontare complessivo di 6,75 miliardi di euro.

====================== QUOTAZIONI 17,25 ======================
                                  PREZZI    VAR.   RENDIMENTO
FUTURES BUND DICEMBRE    FGBLZ8    113,79   (+0,46)
BTP 2 ANNI (AGO 10)     IT2YT=TT   100,68   (+0,20)     4,144%
BTP 10 ANNI (AGO 18)   IT10YT=TT    97,45   (+0,09)     4,886%
BTP 30 ANNI (FEB 37)   IT30YT=TT    81,71   (+0,01)     5,315%
======================== SPREAD (PB) ===========================
                                           CHIUSURA PRECEDENTE
TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5     34                35
BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3     53                44
BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5     72                68
BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7     57                55
BTP 2/10 ANNI                       74,2              63,7
BTP 10/30 ANNI                      42,9              41,8
================================================================