Tassara-banche, tra oggi e domani firma accordo - fonti

mercoledì 26 novembre 2008 20:03
 

MILANO, 26 novembre (Reuters) - La firma del "termsheet" tra la Carlo Tassara e le banche creditrici per la ristrutturazione del debito della holding del finanziere franco-polacco Romain Zaleski è molto vicina e potrebbe arrivare stasera o, più probabilmente, domani. Lo dicono a Reuters fonti finanziarie e vicine al dossier.

"Dovrebbe essere questione di ore. Forse domani mattina", dice una fonte finanziaria relativamente alla sigla del documento. "Probabilmente non si chiuderà stasera, non c'è sicurezza", aggiunge una fonte vicina al dossier.

Per una terza fonte finanziaria, che concorda nel ritenere improbabile una conclusione stasera "potrebbe essere domani o al massimo entro venerdì sera". Tra i motivi su cui ci sarebbero discussioni "governance e alcune garanzie" spiega la fonte.

Non è stato possibile avere un commento dalla società.

Il "termsheet" segna la tabella di marcia per mettere in piedi l'operazione che vedrà Intesa Sanpaolo (ISP.MI: Quotazione), Unicredit (CRDI.MI: Quotazione), Ubi Banca (UBI.MI: Quotazione), Mps (BMPS.MI: Quotazione) e Pop Milano (PMII.MI: Quotazione) prendersi in carico i debiti dalla cassaforte di Zaleski verso Royal Bank of Scotland (RBS.L: Quotazione) e Bnp Paribas (BNPP.PA: Quotazione).

Secondo le indiscrezioni stampa si tratta di una cifra tra 1,3 e 1,5 miliardi di euro. Le più importanti partecipazioni rilevanti dirette o indirette della Tassara in società quotate sono: 5,005% in Intesa Sanpaolo (ISP.MI: Quotazione), 2,003% in Generali (GASI.MI: Quotazione), 2,012% in Mediobanca (MDBI.MI: Quotazione), 2,004% in Ubi (UBI.MI: Quotazione), 19,138% in Mittel (MTTI.MI: Quotazione), 10,025% in Edison EDN.MI e 2,512% in A2A (A2.MI: Quotazione).