PUNTO1-Risanamento,garanzia banche su bond è ipotesi allo studio

mercoledì 26 agosto 2009 12:57
 

(Aggiunge background)

MILANO, 26 agosto (Reuters) - Risanamento (RN.MI: Quotazione) precisa che la garanzia delle principali banche creditrici sul bond in scadenza nel 2014 è al momento solo un'ipotesi allo studio.

In una nota chiesta da Consob la società immobiliare risponde così alle indiscrezioni stampa che parlano di una disponibilità delle banche a concedere, nell'ambito degli accordi di ristrutturazione in corso di negoziazione, una linea di credito "stand by" per garantire il rimborso del bond.

L'emissione ammonta a 270 milioni circa, valore che include il bond (220 milioni) e interessi fino alla scadenza.

Oggi, scrive il Messaggero, si dovrebbero riunire Intesa (ISP.MI: Quotazione), Unicredit (CRDI.MI: Quotazione), Banco Popolare (BAPO.MI: Quotazione), Pop Milano (PMII.MI: Quotazione) e Mps (BMPS.MI: Quotazione) proprio per sciogliere il nodo del bond, dopo che ieri il tema è stato discusso in un incontro tecnico tra manager di Risanamento, adviser e legali.

L'ipotesi, secondo le indiscrezioni, sarebbe quella di una linea di credito sottoscritta in proporzione alle esposizioni di ciascun istituto verso la società immobiliare, gravata da un debito di circa 3 miliardi. L'argomento è cruciale dato che il 14 settembre il bond potrebbe diventare immediatamente esigibile perchè scadono i 60 giorni dalla richiesta di fallimento avanzata dalla Procura di Milano.

Entro il primo settembre Risanamento deve depositare il piano definitivo di ristrutturazione per scongiurare il default ai sensi dell'art.182 bis della legge fallimentare. L'udienza è fissata il 22 settembre.