G20 parlerà di exit strategy, bonus manager - fonte Gb

mercoledì 26 agosto 2009 12:11
 

LONDRA, 26 agosto (Reuters) - I paesi del G20 devono assicurare di avere strategie d'uscita per ridurre gli imponenti stimoli fiscali adottati nei mesi scorsi, anche se è ancora presto per passare all'azione. Lo ha dichiarato un funzionario del governo britannico a Reuters, in vista dell'incontro dei ministri delle Finanze e dei banchieri del gruppo dei Venti che si terrà a Londrà settimana prossima.

"E' cruciale che i paesi abbiano una exit strategy, ma siamo molto chiari nell'affermare che gli interventi [di stimolo] devono rimanere in piedi fino a quando saranno necessari" dice la fonte.

La fonte dice di attenersi una discussione sui compensi dei manager del settore bancario settimana prossima.

"Non si può tornare alle vecchie usanze di comportamenti ad alto rischio da parte delle istituzioni bancarie" commenta la fonte.

Stamane un portavoce del Tesoro britannico ha reagito alla proposta francese di mettere dei controlli ai compensi degli alti dirigenti bancari sottolineando la convinzione che le politiche di incentivazione salariale devono cambiare.

"Il Cancelliere [dello Scacchiere] ha detto chiaramente che la culture dei bonus di breve termine deve cambiare" ha detto un portavoce.

In un'intervista pubblicata oggi dal quotidiano tedesco Handelsblatt, il ministro delle Finanze tedesco Peer Steinbrueck ha dichiarato che Germania e Francia premono per un accordo tra i paesi G20 per regolamentare in modo più severo i bonus dei manager del settore finanziario. Ieri il presidente francese Nicolas Sarkozy ha annunciato nuovi limiti sui pagamenti dei bonus ai trader bancari, aggiugendo che avrebbe chiesto agli altri paesi G20 di fare altrettanto.