Monetario, liquidità abbondante e tassi stabili

giovedì 26 febbraio 2009 12:20
 

MILANO, 26 febbraio (Reuters) - L'interbancario si avvia a chiudere la settimana con tassi stabili e liquidità abbondante nonostante un rifinanziamento a lunga scadenza che verrà regolato oggi per circa la metà dell'ammontare in scadenza.

I numeri neri ieri sera ammontavano a oltre 382 miliardi di euro.

L'unico segnale di riduzione della liquidità sul mercato, comunque sempre ampiamente superiore alle esigenze, è la discesa dei depositi presso la banca centrale, arrivati a 83,3 miliardi di euro ieri da 86,4 miliardi del giorno precedente.

"Lo sforzo della Bce di ridurre queste giacenze ha l'effetto di irrigidire un po' i prezzi sul breve ma è semplicemente un riflesso emotivo perché si tratta sempre di ammontari elevatissimi", commenta un operatore.

"La sfiducia regna ancora sovrana tra le banche che non vogliono prestarsi fondi", commenta un operatore.

I tassi sul periodo più breve si confermano fermi nell'intervallo 1,10-1,20% e gli scambi continuano a essere concentrati tra il giorno e la settimana, con qualche scambio sporadico fino al mese.

Prosegue invece la salita del tasso Eonia fissato ieri a 1,295% da 1,289%.

Ulteriori dettagli sulla liquidità in Europa e in Italia alle pagine ECB40 e BITS.

Futures Euribor poco variati a una settimana dalla riunione della Banca centrale europea che dovrebbe ridurre il tasso di riferimento di 50 punti base portandolo all'1,5%.

Alle 12,10 il contratto a giugno FEIM9 sale di 0,01 a 98,445 mentre settembre FEIU9 è stabile a 98,405. Marzo FEIH9 avanza di 0,01 a 98,33.