Aste Gran Bretagna,mai domanda così scarsa da 2002 per gilt 2049

mercoledì 25 marzo 2009 14:28
 

LONDRA, 25 marzo (Reuters) - E' la prima volta dal 2002 che un'asta di titoli di stato inglese va male, ricevendo richieste soltanto per 1,627 miliardi di sterline per gilt scadenza 2049 di cui era stato offerto un ammontare complessivo di 1,75 miliardi.

I prezzi dei titoli hanno accusato il colpo, con il future sul gilt a giugno in calo di 1,9 punti sul giorno, mentre il rendimento del 40 anni GB40YT=RR è balzato al 4,54%, in rialzo di 8 punti base.

L'ufficio inglese di gestione del debito pubblico ha ammesso che l'asta andata male nel 2002 riguardava gilt strutturati, mentre per un analogo crollo della domanda su gilt convenzionali bisogna risalire al 1995.

Gli strategist inglesi attribuiscono l'incidente all'incertezza creata dal governatore della Banca di Inghilterra Mervyn King, colpevole di aver detto che la banca centrale potrebbe ridurre gradualmente il suo programma di acquisto di titoli se ci fosse una ripresa dell'economia.

Il Tesoro inglese si è affrettato a mettere le mani avanti, negando che l'insuccesso del collocamento possa essere sintomatico di un più ampio calo della domanda per i titoli di stato inglesi.

"Sarebbe sbagliato cercare di dare un significato all'andamento di una singola asta che può dipendere dalla tipologia di gilt in offerta, dalla domanda e dalle condizioni di mercato in quel giorno", ha detto un portavoce del Tesoro.