Componenti auto, fondo stato francese entra in capitale Valeo

mercoledì 25 febbraio 2009 17:40
 

PARIGI, 25 febbraio (Reuters) - Il fondo strategico per gli investimenti FSI creato in funzione anticrisi lo scorso novembre per volere di Nicolas Sarkozy - e controllato al 51% dalla Caisse des depòts et consignations - ha fatto il suo primo passo ufficiale con l'ingresso nel capitale di Valeo, leader francese della componentistica auto.

La fetta statale resta per ora piccola - è stato acquistato un 2,35% del gruppo per 19 milioni di euro, che insieme a un pacchetto già in mano alla Cdc porta la parte pubblica all'8,33% - ma si tratta di una partecipazione che potrebbe salire, ha detto FSI.

Il fondo ha una dotazione di 6 miliardi di euro ma punta ad arrivare a 20 entro il 2009 e secondo il responsabile Gilles Michel sta già esaminando numerose altre richieste di sostegno. Michel ha spiegato che al momento FSI non ha deciso se chiedere posti nel cda Valeo.

Diversamente, il portavoce dell'Eliseo Luc Chatel ha detto oggi in un'altra occasione che lo stato chiederà di poter avere suoi rappresentanti nel board della banca che nascerà dalla fresca fusione delle Banques Populaires con le Caisses d'Epargne, un'entità che sarà secondo istituto dell'Esagono di cui l'azionista pubblico deterrà il 20%. Un annuncio formale è visto in arrivo giovedì.

La Comunità europea sta ancora studiando il dossier degli aiuti francesi - in generale la Ue ha forti timori sugli aiuti di stato men che temporanei - mentre dalla Germania una portavoce del ministero dell'Economia a proposito del caso Valeo ha già detto che "il Ministero è fondamentalmente dell'opinione che lo stato non è mai il miglior imprenditore".