Cartolarizzazioni, da 1999 a 2005 incassi per 39,84 mld - Vegas

mercoledì 25 febbraio 2009 18:07
 

ROMA, 25 febbraio (Reuters) - Le operazioni di cartolarizzazione dello Stato hanno prodotto, nel periodo che va dal 1999 al 2005, incassi complessivi per 39,84 miliardi.

Lo ha detto il sottosegretario all'Economia Giuseppe Vegas nel corso di un'audizione in Senato.

La stima dei ricavi non coincide con l'effetto di riduzione di deficit e debito dovuto alle cartolarizzazioni per via dei parametri fissati in sede europea. In base ai dati del Tesoro, infatti, a fronte di incassi per 39,84 miliardi le cartolarizzazioni si sono tradotte in 27,3 miliardi di minor debito e in 6,59 miliardi di minor indebitamento netto.

Nel corso dell'audizione Vegas ha sottolineato che gli esperti statistici di Eurostat hanno adottato, soprattutto nel 2007, una serie di decisioni che "hanno seriamente condizionato la possibilità di ricorso" alle cartolarizzazioni. In base alle nuove regole, infatti, le cartolarizzazioni di crediti fiscali vengono considerate come un prestito e non più come cessione di asset, mentre le clausole di pagamento differito sono equiparate a forme di indebitamento.

"A partire dal 2007, qualsiasi cartolarizzazione realizzata secondo gli standard di questo mercato avrebbe comportato un aumento del debito secondo le regole comunitarie", ha detto Vegas.