Btp recuperano su pausa borse, nuova discesa rendimenti asta Bot

martedì 25 novembre 2008 12:37
 

 MILANO, 25 novembre (Reuters) - Reduce dalla pesante
correzione di ieri in risposta al volo dei listini azionari,
grazie alla pausa delle borse i benchmark Btp ritrovano in tarda
mattinata un segno positivo tra scambi sottili.
 Oltre a nuovi scoraggianti segnali dal lato macro, evidenti
anche nell'aggiornamento delle stime Ocse appena pubblicate,
ulteriore prova di un clima di fondo che resta favorevole al
reddito fisso dà la nuova flessione dei rendimenti in occasione
dell'asta di fine mese su Bot semestrali e Ctz.
 Offerto dal ministero dell'Economia per 10 miliardi di euro,
il Buono a sei mesi 29 maggio 2009 ha attratto richieste per
12,873 miliardi, per un rapporto 'bid-to-cover' di 1,29% contro
l'1,67% di fine ottobre, con un tasso lordo in calo a 2,463%,
minimo da novembre 2005.
 In asta per 2 miliardi, la quinta tranche dello zero coupon
30 settembre 2010 ha visto il rapporto domanda/offerta salire a
1,95 dall'1,88 di fine ottobre e un rendimento in discesa a
3,265%, record negativo da marzo 2006.
 "Niente di più naturale della discesa dei tassi considerata
l'evoluzione dell'intero mercato, non soltanto obbligazionario,
e delle aspettative di politica monetaria anche rispetto a fine
ottobre" osserva uno strategist.
 Quanto alle condizioni di prezzo, gli addetti ai lavori
parlano di un collocamento perfettamente in linea ai livelli di
mercato e di un'asta "per nulla strapagata".
 "In termini di rendimento il Bot a sei mesi ha visto uno
spread di circa centesimi rispetto all'Eonia, un livello in
linea a quello delle ultime aste, mentre il differenziale del
Ctz arriva a circa un punto, livello davvero interessante che
giustifica l'elevata domanda che da qualche tempo attrae questo
strumento" spiega un operatore.
 "Domanda costante invece sul sei mesi, con rinnovi in lieve
aumento da parte della clientela".
 Sempre dal lato del primario prosegue nei prossimi giorni
l'impegnativo calendario delle aste di fine mese.
 L'appuntamento è domani con gli indicizzati: fino a un
miliardo del trentennale 15 settembre 2035 e massimi 500 milioni
del dieci anni 15 settembre 2019, mentre giovedì è il turno dei
convenzionali medio-lungo: 1-1,5 miliardi nella settima tranche
del Btp a tre anni primo settembre 2011 e 2,5-3,5 miliardi nella
terza riapertura del decennale agosto 2019.
 L'attenzione degli investitori passa intanto ai dati Usa del
primo pomeriggio, principalmente alla seconda stima del prodotto
interno lordo del terzo trimestre.
 
====================== QUOTAZIONI 12,30 =======================
                                  PREZZI    VAR.   RENDIMENTO
FUTURES BUND DICEMBRE    FGBLZ8    120,44   (+0,17) 
BTP 2 ANNI (AGO 10)     IT2YT=RR*  102,12   (+0,11)     3,209%
BTP 10 ANNI (AGO 18)   IT10YT=RR*  100,55   (-0,04)     4,462%
BTP 30 ANNI (FEB 37)   IT30YT=RR*   85,40   (+0,36)     5,029%
======================== SPREAD (PB) ===========================
                                          CHIUSURA PRECEDENTE
TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5      12                  8
BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3      98                108
BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5     109                105
BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7     105                108
BTP 2/10 ANNI *                    125,3              122,0
BTP 10/30 ANNI *                    56,7               57,9
=================================================================    * Anche nel confronto con la chiusura di ieri, prezzi e
rendimenti da circuito Reuters