Btp in calo su scambi scarsi, aste Bot e Ctz 'confortanti'

giovedì 25 settembre 2008 12:48
 

 MILANO, 25 settembre (Reuters) - Il secondario italiano
appare in calo a metà seduta, appesantito, come
l'obbligazionario a livello europeo, dalla prospettiva di un più
semplice via libera del Congresso Usa al pacchetto da 700
miliardi di dollari per il salvataggio del sistema bancario.
 L'azionario, secondo i trader, sembra inoltre aver reagito
in modo particolarmente positivo alla notizia dell'investimento
di 5 miliardi di dollari in Goldman Sachs (GS.N: Quotazione) da parte di
Warren Buffett attraverso la sua Berkshire Hathaway Inc.
 I trader tuttavia sottolineano la scarsità degli scambi sui
bond, che amplificano ogni movimento. 
 "Sono sedute da prendere con le molle. Si è scambiato
veramente poco e questo amplifica ogni movimento.
Sull'obbligazionArio pesano le prospettive del piano di
salvataggio Usa. Questo comporta alcune incertezze che però
potrebbero non bastare a determinare quel flight-to-quality che
normalmente favorirebbe i titoli di Stato. Si prevede infatti
una massiccia mole di emissioni che saranno necessarie al Tesoro
Usa per finanziare il piano" dice un trader. 
 "In questo periodo i dati macro non hanno un grande impatto,
ma si aspettano le evoluzioni del piano di salvataggio Usa e
della situazione delle banche di investimento" dice ancora il
trader.
 Sul mercato, il dibattito politico sui dettagli delle misure
Usa ha asciato da qualche giorno gli investitori dubbiosi
sull'effettiva possibilità di mettere a punto l'ambizioso piano
di aiuti che il presidente Usa Bush ha definito ieri necessario
a evitare che il paese entri in una lunga recessione.
 Tornando all'Europa, uno sguardo al lato 'rischio paese'
mostra il differenziale Btp/Bund fermo in area 70 centesimi sul
tratto decennale, in sintonia con la relativa tenuta dei
periferici contro Germania che rappresenta in primo luogo un
rientro del forte strappo della scorsa settimana, quando lo
spread ha toccato gli 82 punti base, massimo dall'Uem.
 
 ASTE BUONE IN CONTESTO ELEVATE EMISSIONI
 Le aste di oggi, 3,5 miliardi del nuovo Ctz 30 settembre
2010, 9,5 miliardi del Bot 31, marzo 2009 e 3,5 miliardi del Bot
31 dicembre 2008, hanno registrato un discreto bid-to-cover a
detta dei trader del comparto, specie in un contesto di massicce
emissioni come quello di oggi.
 "Le aste sono state tranquille, forse un po' cheap il Ctz.
Ma in generale il risultato è stato confrortante, con un buon
bid-to-cover in una giornata di grandi emissioni come questa"
dice un trader.
 Il Ctz è stato collocato a un prezzo di 90,002 da 91,451 di
fine agosto, e con un tasso a 4,298% da 4,174%. Il bid-to-cover
è stato pari a 1,56 da 1,728. 
 In rialzo dalle precedenti aste i bid-to-cover dei Bot. 
 Il tre mesi è stato collocato a 98,931 da 98,903 del 10
settembre con un tasso a 4,228% da 4,388%, al minimo da metà
aprile. Il rapporto domanda-offerta è stato dell'1,89 da 1,865. 
 Il sei mesi ha invece registrato un bid-to-cover a 1,701 da
1,324 di fine agosto, ed è stato collocato a 97,901 da 97,853
con un tasso a 4,241 da 4,340%.
 
====================== QUOTAZIONI 12,30 ======================
                                  PREZZI    VAR.   RENDIMENTO
FUTURES BUND DICEMBRE    FGBLZ8    113,61   (-0,38)
BTP 2 ANNI (AGO 10)     IT2YT=TT   100,42   (-0,15)     4,295%
BTP 10 ANNI (AGO 18)   IT10YT=TT    97,38   (-0,21)     4,895%
BTP 30 ANNI (FEB 37)   IT30YT=TT    81,71   (-0,24)     5,315%
======================== SPREAD (PB) ===========================
                                           CHIUSURA PRECEDENTE
TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5     35                35
BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3     44                44
BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5     69                69
BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7     57                57
BTP 2/10 ANNI                       60,0              65,8
BTP 10/30 ANNI                      42,0              42,8
================================================================