Treasuries misti in Europa, vicino ok Congresso a piano banche

giovedì 25 settembre 2008 13:00
 

LONDRA, 25 settembre (Reuters) - Scadenze brevi poco mosse negli scambi europei sui titoli di stato americani, mentre il Congresso che sembra più vicino all'approvazione del piano di salvataggio della finanza statunitense e dopo l'asta record di ieri, in occasione della quale è stata emessa carta a due anni per 34 miliardi di dollari.

Guadagna invece terreno il benchmark decennale.

Le incertezze sulle sorti del piano hanno provocato una corsa agli asset considerati "porto sicuro" prima della cruciale chiusura di fine trimestre, mandando ieri il tasso del T-bill a un mese US1MT=RR brevemente in area negativa e quello a tre mesi US3MT=RR sotto lo 0,5%.

Lo spread sullo swap dei tassi di interesse a due anni è balzato a 163 punti base ieri, il più ampio mai registrato, segnalando estrema avversione al rischio e deterioramento delle difficoltà sul mercato del credito. Oggi lo spread è tornato in Europa poco sopra 150 punti base USD2YTS=RR, un livello storicamente ancora elevato.

"I rischi sistemici sono estremamente alti e le prospettive appaiono fosche", hanno scritto in una nota gli strategist sui tassi di Morgan Stanley.

Intorno alle 13 il benchmark decennale US10YT=RR rende il 3,789%, perdendo 9/32 a 101*23,5 mentre il due anni US2YT=RR offre il 2,036% poco variato a 99*29,25.

Nei primi scambi a Londra il costo per prendere a prestito in dollari sull'interbancario a tre mesi viene indicato con una forchetta ampia compresa fra il 3,4% e il 4,7% USD3MD=.

L'agenda macro oggi prevede le richieste settimanali di nuovi sussidi di disoccupazione, i nuovi ordinativi di beni durevoli e le vendite di nuove case per il mese di agosto. In programma anche un'asta di carta a cinque anni da 24 miliardi di dollari.