SINTESI-B.Popolare, da pulizia conti 2008 base rilancio per 2009

mercoledì 25 marzo 2009 14:54
 

MILANO, 25 marzo (Reuters) - Banco Popolare (BAPO.MI: Quotazione) ha chiuso il 2008 con una perdita di 333 milioni, gravata da svalutazioni e accantonamenti per oltre 2,4 miliardi di euro, ma guarda al 2009 come anno di consolidamento e di rilancio.

L'istituto, anche nell'ottica di favorire un rafforzamento patrimoniale, ha deciso di non dare alcun dividendo per il 2008 ma per il 2009 l'AD Pier Francesco Saviotti si è detto "convinto" di tornare a distribuire la cedola.

"Abbiamo preso iniziative rigorose ma anche necessarie per il rilancio che è già cominciato e che trova fondamento nel patrimonio, nella solidità finanziaria, nel portafoglio crediti, nel management coeso", ha detto Saviotti nel corso della conference call con gli analisti.

"Il Banco è sano, vivo e vegeto e darà soddisfazioni a tutti gli stakeholders", ha aggiunto.

Il titolo, dopo uno sbandamento iniziale, balza del 6,29% a 3,1675 euro a fronte di uno stoxx dei bancari in calo dell'1,89%.

Il mercato sembra gradire soprattutto il fatto che tutte le poste negative siano state portate a bilancio e quindi ritiene che il peggio sia alle spalle, commenta un dealer.

CORE TIER 1 PROFORMA AL 6,55%, TIER 1 OLTRE 8%

Dal punto di vista patrimoniale, l'istituto vede un Core Tier 1 al 5,68%, destinato a salire fino al 6,55% dopo l'emissione dei Tremonti bond, l'operazione di acquisizione di Italease BIL.MI e la cessione di Factorit, mentre il Tier 1, oggi al 7,22%, salirà invece all'8,03%.   Continua...