25 settembre 2009 / 05:46 / 8 anni fa

PUNTO 1 - G20, nuove regole patrimonio banche entro 2012 - bozza

(aggiunge altri dettagli da bozza)

PITTSBURGH, 25 settembre (Reuters) - I leader del G20 chiedono alle banche che entro la fine del 2012 siano introdotte regole per l'accantonamento di capitale di maggiore quantità e qualità, secondo quanto si legge in una bozza del comunicato finale.

I nuovi requisiti patrimoniali saranno introdotti man mano che la ripresa economica si consoliderà.

Il lavoro sulle regole è già iniziato ma i leader del G20 hanno anche stabilito il termine del 2010 per la definizione dettagliata dei livelli di capitale.

Il G20 adotterà anche un termine entro metà 2011 per l'armonizzazione delle regole contabili, misura che ridurrebbe i costi a carico delle multinazionali.

Il G20 ha raggiunto un compromesso sulla fissazione di un limite alla leva di indebitamento attuabile dalle banche e sulla linea dura sui contratti derivati trattati fuori dai mercati regolamentati, aggiunge il testo.

Soddisfazione da parte degli istituti di credito.

"I tempi sono chiari ora occorre chiarezza nei numeri. E' un buon inizio", ha detto la portavoce dell'Associazione bancaria britannica.

"Chiediamo alle banche di accantonare una proporzione maggiore dei propri utili per accrescere il capitale e quanto serve per sostenere gli impieghi", si legge nel comunicato.

"Se agiamo tutti insieme, le istituzioni finanziarie si troveranno a dover rispettare regole più stringenti nell'assunzione dei rischi, una governance che allinea le compensazioni con le performance di lungo periodo, e una maggiore trasparenza nella loro operatività", dice la nota.

CAVEAT SU TETTI A BONUS

Il comunicato sottolinea l'importanza di riformare la struttura retributiva dei banchieri.

"La riforma delle politiche di compensazione è parte essenziale dei nostri sforzi per incrementare la stabilità finanziaria", dice la nota.

Alcuni governi europei, in particolare la Francia, hanno cercato di far passare tetti quantitativi ai salari dei banchieri ma hanno incontrato la resistenza degli Stati Uniti.

E' passata invece l'idea di porre delle clausole di recupero dei premi aziendali, di pagare in azioni parte dei bonus e di limitare i premi entro una percentuale dei ricavi nel caso di banche con un basso livello di patrimonializzazione", dice il comunicato.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below