Monetario stabile dopo p/t in linea, attesa riduzione asta 3mesi

martedì 25 agosto 2009 12:06
 

MILANO, 25 agosto (Reuters) - Il mercato interbancario appare stabile, con la liquidità che resta molto ampia e dopo un pronti-contro-termine in linea alle attese e all'ammontare in scadenza.

"Oggi la Bce con il p/t ha approssimativamente rinnovato l'ammontare in scadenza, evidentemente è ormai fisiologico per il sistema un p/t settimanale fra i 65 e i 77 miliardi, miliardo più miliardo meno" dice un tesoriere.

La Banca centrale europea ha collocato, al tasso fisso dell'1%, tutti i 77,529 mld di euro chiesti da 325 banche ECB24. Domani, giorno del regolamento dell'operazione, sono in scadenza 76,056 mld assegnati la settimana scorsa quando si erano presentate all'asta 330 banche. Per il p/t che andrà in scadenza mercoledì 2 settembre, l'istituto di Francoforte ha rivisto stamane la stima benchmark a -116,2 mld dai -140 mld dell'annuncio dell'asta di ieri. E' stata lievemente rivista a 359,8 mld da 358,2 mld la necessità media giornaliera di liquidità derivante da fattori autonomi per il periodo tra il 24 agosto e il 1 settembre.

Il mercato attende adesso il collocamento di domani a tre mesi.

"Pensiamo che verrà collocato un po' meno della metà dell'ammontare in scadenza, che è circa di 27,5 miliardi. Andranno quindi 10-12 miliardi, questo per tenere liberi i titoli per l'asta a un anno in agenda a fine settembre" dice ancora il tesoriere.

"Per il resto è tutto stabile, liquidità abbondante, tassi fermi. Tutto inchiodato tranne l'Euribor che continua a scendere influenzato dai tassi a breve" dice.

Attorno alle 12 l'overnight scambia a 0,25-35%, mentre sulla strip dei derivati Euribor la scadenza a settembre FEIU9 è invariata a 99,185, come quella a dicembre FEIZ9 a 99,075 (+0,005), mentre quella a marzo 2010 FEIH0 sale di 0,010 a 98,870.

L'Euribor a 3 mesi EURIBOR3MD=, tasso di riferimento per i prestiti interbancari, registra anche oggi un nuovo minimo. Nel fixing londinese di questa mattina è sceso a 0,838% da 0,843% di ieri, precedente minimo storico. In calo anche la scadenza a una settimana EURIBORSWD=, fissata a 0,341% da 0,343%, e quella a sei mesi EURIBOR6MD= che flette a 1,101% da 1,106%.