Piano casa aiuta occupazione e fatturato Pmi - Confartigianato

mercoledì 25 marzo 2009 12:33
 

ROMA, 25 marzo (Reuters) - Il piano casa che il governo varerà questa settimana può contribuire a far nascere 97.965 posti di lavoro, aumentando del 5,3% l'occupazione e del 4,8% il fatturato del settore costruzioni.

La previsione è contenuta in un rapporto di Confartigianato e Anaepa (l'associazione dei costruttori aderenti alla Confederazione) che analizza l'impatto del provvedimento annunciato dal governo sulle piccole imprese fino a 50 addetti che rappresentano il 97,7% delle aziende dell'edilizia e dell'installazione impianti.

La Confartigianato stima in 11.484.582 le abitazioni potenzialmente interessate e in 300.114 il numero di interventi di ampliamento che potranno essere attivati dal piano del governo, per un maggiore fatturato complessivo del settore costruzioni di 10.804 milioni.

Il provvedimento, secondo la Confartigianato, invertirebbe il trend del settore dopo che nel secondo semestre dello scorso anno le piccole imprese hanno registrato un calo della domanda pari al 2,9%, una diminuzione degli addetti pari all'1,6% e una contrazione del fatturato pari al 3%. Negative le previsioni anche per il primo semestre 2009 con attese di diminuzione dell'1,8% della domanda e del 2,1% del fatturato. Inoltre, nel quarto trimestre 2008 l'indice della produzione nel settore costruzioni è sceso del 9,5% rispetto al quarto trimestre 2007.

Nel 2008, il calo delle attività in edilizia è stato determinato anche dalla flessione delle ristrutturazioni effettuate con il regime fiscale agevolato che sono diminuite del 2,8% rispetto al 2007, dice il rapporto.

Tra il 2000 e il 2008 il settore delle costruzioni ha trainato la crescita dell'occupazione, con un incremento di 406.000 posti di lavoro, pari al +25,7% rispetto alla crescita dell'8,4% degli occupati negli altri settori, ricorda Confartigianato.