Pensioni, condanna Ue occasione per riforma - Corte Conti

giovedì 25 giugno 2009 11:13
 

ROMA, 25 giugno (Reuters) - La condanna della Corte di Giustizia europea all'Italia per la differente età di pensionamento tra uomini e donne nel pubblico impiego è l'occasione per rimettere mano alla legge previdenziale, secondo la Corte dei Conti.

Nella sua requisitoria sul giudizio sul rendiconto generale dello Stato per l'esercizio 2008 il Procuratore generale Furio Pasqualucci osserva che "tale pronunzia, -- da cui consegue un preciso obbligo di adeguamento onde evitare una condanna pecuniaria adeguata alla gravità e alla persistenza dell'inadempimento, -- appare l'occasione propizia per un riesame della legislazione in materia che adegui l'età effettiva di pensionamento in Italia alla media europea, nel quadro di una necessaria omogeneizzazione di sistema, i cui positivi effetti potrebbero cominciare a evidenziarsi in tempi relativamente brevi".