Btp e Bund in calo, sale ottimismo su piano salvataggio Usa

giovedì 25 settembre 2008 17:32
 

 MILANO, 25 settembre (Reuters) - Il secondario italiano
appare archivia in calo la seduta, coerentemente all'andamento
dei titoli di Stato in generale appesantiti dall'accresciuto
ottimismo relativamente al piano Usa in attesa di approvazione
al Congresso, un pacchetto da 700 miliardi di dollari per il
salvataggio del sistema bancario.
 "Abbiamo sentito da un affidabile market maker di Londra che
potrebbe essere stato raggiunto un accordo non ufficialmente al
Congresso" ha detto un trader di Londra. 
 "Ci sono stati rumor secondo sui il Congresso sta
concludendo, ma non c'è niente di confermato" dice una
operatrice in Italia. 
 I trader inoltre sottolineano la scarsità degli scambi sui
bond, che amplificano ogni movimento.
 "Oggi il mercato è stato molto volatile per via di diversi
fattori: la scarsità degli scambi, la volatilità dell'azionario.
Ci sono tematiche che si rincorrono e che determinano questo
calo. Anche l'asta del Ctz ha avuto un suo ruolo 
nell'appesantire la parte breve della curva" commenta uno di
loro.
 Oltre a creare un certo ottimismo, il piano mette in
difficoltà l'obbligazionario anche per il previsto massiccio
ricorso alle emissioni da parte del Tesoro Usa per finanziare il
piano.
 Tornando all'Europa, uno sguardo al lato 'rischio paese'
mostra il differenziale Btp/Bund torna a muoversi in area 68
centesimi sul tratto decennale, in sintonia con la relativa
tenuta dei periferici contro Germania che rappresenta in primo
luogo un rientro del forte strappo della scorsa settimana,
quando lo spread ha toccato gli 82 punti base, massimo dall'Uem.
 
 BENE ASTE BOT IN CONTESTO ELEVATE EMISSIONI, UN PO' MENO CTZ
 Le aste di oggi, 3,5 miliardi del nuovo Ctz 30 settembre
2010, 9,5 miliardi del Bot 31, marzo 2009 e 3,5 miliardi del Bot
31 dicembre 2008, hanno registrato un discreto bid-to-cover a
detta degli operatori del comparto, specie in un contesto di
massicce emissioni come quello di oggi.
 "Le aste sono state tranquille, forse un po' cheap il Ctz.
Ma in generale il risultato è stato confrortante, con un buon
bid-to-cover in una giornata di grandi emissioni come questa"
dice un trader.
 Il Ctz è stato collocato a un prezzo di 90,002 da 91,451 di
fine agosto, e con un tasso a 4,298% da 4,174%. Il bid-to-cover
è stato pari a 1,56 da 1,728. 
 In rialzo dalle precedenti aste i bid-to-cover dei Bot. 
 Il tre mesi è stato collocato a 98,931 da 98,903 del 10
settembre con un tasso a 4,228% da 4,388%, al minimo da metà
aprile. Il rapporto domanda-offerta è stato dell'1,89 da 1,865. 
 Il sei mesi ha invece registrato un bid-to-cover a 1,701 da
1,324 di fine agosto, ed è stato collocato a 97,901 da 97,853
con un tasso a 4,241 da 4,340%.
 
====================== QUOTAZIONI 17,20 ======================
                                  PREZZI    VAR.   RENDIMENTO
FUTURES BUND DICEMBRE    FGBLZ8    113,32   (-0,67)
BTP 2 ANNI (AGO 10)     IT2YT=TT    97,36   (-0,09)     4,261%
BTP 10 ANNI (AGO 18)   IT10YT=TT    97,36   (-0,23)     4,898%
BTP 30 ANNI (FEB 37)   IT30YT=TT    81,70   (-0,25)     5,316%
======================== SPREAD (PB) ===========================
                                           CHIUSURA PRECEDENTE
TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5     35                35
BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3     44                44
BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5     68                69
BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7     55                57
BTP 2/10 ANNI                       63,7              65,8
BTP 10/30 ANNI                      41,8              42,8
================================================================