Crisi, Epifani conferma sciopero; non ci tireranno per la giacca

martedì 25 novembre 2008 17:33
 

ROMA, 25 novembre (Reuters) - La Cgil conferma la mobilitazione proclamata per il 12 dicembre ma si dice pronta a riflettere qualora il consiglio dei ministri di venerdì prossimo vari norme anti crisi ritenute soddisfacenti per rilanciare i consumi e tutelare i lavoratori.

Lo ha detto stasera il segretario generale dell'organizzazione, Guglielmo Epifani, precisando che la Cgil, come ogni gran sindacato, "non si fa tirare la giacca da nessuno".

"Non è uno sciopero a prescindere, è per ottenere qualcosa. Lo sciopero resta confermato, è già stato proclamato e non è stato disdetto", ha detto Epifani che ha precisato: "Non capisco tutta questa discussione sullo sciopero. Penso sia corretto aspettare il consiglio dei ministri di venerdì. Se le misure avranno coerenza con il cuore delle nostre proposte ne trarremo alcune riflessioni, altrimenti ne trarreno delle altre",

Oggi il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, ha definito "un errore" lo scioper Cgil e critiche sono arrivate anche da Cisl e Uil.