Snia fiduciosa su soluzione a breve questione ambientale - AD

martedì 24 marzo 2009 16:59
 

MILANO, 24 marzo (Reuters) - Snia SIAI.MI è fiduciosa di riuscire a chiudere a breve la questione ambientale relativa alla controllata Caffaro in liquidazione, per poter poi procedere al varo di un nuovo piano industriale "credibile".

Lo ha detto l'AD Antonio Onorato in occasione dell'assemblea che ha deliberato di procedere al rinvio a nuovo della perdita complessiva di circa 19 milioni di euro, in base all'art. 2446 del codice civile.

La situazione patrimoniale al 31 dicembre 2008 presentata oggi, ha sottolineato comunque l'AD, potrebbe essere molto diversa tra qualche settimana se si arrivasse a una transazione con il ministero dell'Ambiente.

"Il nuovo piano industriale di Snia potrà essere varato soltanto quando sarà risolta la problematica ambientale che riguarda Caffaro", ha detto Onorato.

Nell'ambito di un iter negoziale con il ministero dell'Ambiente, è stata inoltrata all'Avvocatura dello Stato una proposta transattiva per chiudere in modo definitivo la questione relativa agli obblighi di bonifica e alla possibile responsabilità risarcitoria per danni ambientali. L'esito positivo delle trattative avrebbe come effetto principale per Caffaro la cancellazione della maggior parte della sua esposizione debitoria.

"Dare una tempistica precisa è difficile ma sono fiducioso sulla rapidità di una soluzione", ha detto l'AD del gruppo chimico.

Il liquidatore di Caffaro, ha sottolineato Onorato, "sta avendo sempre più difficoltà nella gestione operativa dei siti". Se la transazione sarà accolta entro massimo due settimane, si potrà procedere con il concordato preventivo altrimenti si dovrà ricorrere a una soluzione alternativa come l'amministrazione straordinaria.

"Una volta risolta questa situazione Snia sarà nuovamente in grado di sviluppare piani industriali credibili" e si presenterà come una società "più piccola dal punto di vista del volume d'affari" ma "più solida patrimonialmente".