Zona euro, scadenza 2012 per rientro deficit Spagna, Francia- Ue

martedì 24 marzo 2009 14:51
 

BRUXELLES, 24 marzo (Reuters) - Francia e Spagna dovranno riportare il disavanzo pubblico entro la soglia comunitaria di 3% del prodotto interno lordo entro il 2012, mentre alla Grecia concesso soltanto fino all'anno prossimo sempre per tornare in linea con i dettami dell'Unione.

Lo decreta la Commissione europea nelle raccomandazioni che passeranno al vaglio del consiglio Ecofin, aggiungendo che Londra avrà invece tempo fino al 2013/14 per correggere il deficit eccessivo.

All'Irlanda saranno infine forse necessarie misure aggiuntive con l'obiettivo di rientro del disavanzo pubblico per il 2013.

Ampiamente anticipate, le raccomandazioni odierne sono una prima testimonianza concreta del grado di flessibilità con cui le regole sulla disciplina di bilancio, il patto di stabilità e crescita, vengono applicate all'Unione a 27 nel corso della peggiore crisi economica e finanziaria della sua storia.

La Commissione aveva annunciato che avrebbe avviato la procedura per deficit eccessivo nei confronti dei paesi il cui disavanzo supera il 3% del Pil, anticipando comunque che sarebbe stata flessibile nella determinazione delle scadenze temporali per il riordino dei conti pubblici alla luce della gravità della crisi.