Prada, accordo con banche per dilazionare 450 mln debito - fonti

lunedì 24 agosto 2009 19:33
 

MILANO, 24 agosto (Reuters) - La casa di moda Prada ha trovato l'accordo con le banche per un'estensione dei termini di pagamento di 450 milioni di euro di debiti al 2012, secondo quanto riferito a Reuters da una fonte vicina alla famiglia.

Il vice presidente esecutivo Carlo Mazzi aveva riferito lo scorso giugno della trattativa con gli istituti di credito.

Secondo la fonte, l'accordo riguarda 100 milioni in scadenza a luglio e altri 350 milioni in scadenza nel 2010.

"Il pagamento è stato dilazionato al 2012", ha detto la fonte.

La società Prada Holding BV non è raggiungibile per un commento.

Il debito totale della società, stando alle voci di stampa, si aggira su 1,1 miliardi di euro. Tale ammontare va diviso tra quello in capo alle sue divisioni industriali e quello in capo alla holding.

L'azienda, quasi interamente di proprietà della stilista Miuccia Prada, del suo partner e chief executive Patrizio Bertelli e di altri membri della famiglia, ha realizzato nel 2008 un utile netto di 99 milioni di euro, in calo del 22% dall'anno precedente.