PUNTO 1 - Fed chiede a banche non usare aiuti per dare dividendi

martedì 24 febbraio 2009 19:18
 

(riscrive attacco partendo da lettera banca centrale)

NEW YORK, 24 febbraio (Reuters) - Confermando indiscrezioni anticipate poche ora fa da una fonte vicina al dossier, una lettera del Board Federal Reserve chiede alle autorità di vigilanza Usa di dissuadere le banche dall'utilizzo dei fondi pubblici per la corresponsione del dividendo agli azionisti.

In caso di caduta degli utili e deterioramento delle prospettive, scrive l'istituto centrale Usa alle 12 sedi federali, la banche dovrebbero invece ridurre la cedola sulle azioni ordinarie.

Indirizzata alla Divisione per la supervisione e la regolamentazione bancaria e disponibile all'indirizzo web (here), la lettera sottolinea che Federal Reserve si aspetta da parte degli istituti di credito una comunicazione chiara e tempestiva relativa al pagamento di dividendi, al riacquisto e al rimborso di capitale alla luce delle recenti turbolenze dei mercati finanziari.

"Le holding bancarie dovrebbero ridurre o eliminare il dividendo quando quantità e qualità degli utili diminuiscono o l'istituzione sta sperimentando altri problemi finanziari e in caso di deterioramento dello scenario macroeconomico per i principali nuclei di profitto della società" scrive Fed.

Secondo la fonte vicina ai lavori, "con toni sempre più insistenti" la banca centrale sta sollecitando inoltre gli istituti di credito a mettere i fondi degli aiuti pubblici a disposizione del mercato per nuovi finanziamanti o rafforzare le riserve.