Treasuries, scadenze lunghe soffrono in attesa di aste e Fomc

mercoledì 24 giugno 2009 13:10
 

LONDRA, 24 giugno (Reuters) - I Treasuries a più lunga scadenza soffrono sui mercati europei, con gli investitori concentrati sull'asta di stasera dei 5 anni, cui seguirà l'annuncio sull'esito della riunione di politica monetaria della Fed.

A conclusione dei due giorni di riunione della Fed i mercati si aspettano una doccia fredda sulle attese di un rialzo dei tassi entro l'anno, insieme a una conferma dei piani attuali per l'acquisto di titoli.

Se il valore dei Treasuries a lunga cala, tengono quelli a breve, grazie all'ottimo esito dell'asta da 40 miliardi dollari sul 2 anni di ieri sera, con una domanda forte oltre le previsioni.

Nel tardo pomeriggio il Tesoro metterà all'asta 37 miliardi di Treasuries a 5 anni, precedendo di poco l'annuncio della Fed atteso per le 20,15 ora italiana.

"Si vola basso, con volumi scarsi e mercati accucciati in attesa del Fomc", ha detto Richard McGuire, strategist sull'obbligazionario di Rbc Capital Markets. "L'asta dei 2 anni è stata molto positiva, ma c'è uno sproposito di offerta in arrivo con i 5 anni di stasera. In generale, la dimensione dell'offerta sta mettendo una certa pressione sulla fascia a lunga scadenza nello spettro dei titoli".

Gli analisti non prevedono per l'asta del 5 anni livelli di domanda simili a quelli visti ieri per il 2 anni, né si aspettano che tale domanda si ripeta domani all'asta da 27 miliardi per il 7 anni.

"L'asta di ieri è un fatto incoraggiante. Penso ci sarà una buona domanda per le prossime ma niente di simile a ciò che abbiamo visto ieri", ha detto Marc Ostwald, strategist di Monument Securities.

Intorno alle 12,50 ora italiana, il benchmark a 10 anni US10YT=RR perde 4/32 fino a un valore di 95*24 e rende il 3,6403%, mentre il 30 anni US30YT=RR perde 5/32 fino a 98*01 con un rendimento del 4,3664%. Piatto il 2 anni US2YT=RR con un valore di 99*30 e un rendimento dell'1,1567%.