Mercato monetario zona euro, attività cala del 5% in trim2 - Bce

giovedì 24 settembre 2009 10:47
 

LONDRA, 24 settembre (Reuters) - I volumi sul mercato monetario della zona euro sono scesi per il secondo anno consecutivo nel trimestre da aprile a giugno, con i prestiti non garantiti che mostrano la contrazione più pronunciata per effetto del continuo deteriorarsi delle condizioni di liquidità.

Lo rivela un'indagine della Banca centrale europea.

I volumi aggregati sul mercato monetario sono scesi del 5% nel secondo trimestre di quest'anno rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso secondo un sondaggio condotto fra 105 banche e quelli dei prestiti non garantiti hanno registrato un calo del 25%.

Tuttavia il mercato dei prestiti garantiti - il segmento più grande del mercato monetario in euro - ha mostrato una certa resistenza, registrando un incremento dei volumi del 5% rispetto alla contrazione dell'anno precedente.

Le banche che hanno preso parte al sondaggio vedono una certa stabilizzazione e anche un certo miglioramento delle condizioni di liquidità con l'eccezione del mercato 'unsecured'. Ma un "significativo numero" di partecipanti continua a registrare un ulteriore deterioramento in tutti i segmenti del mercato monetario in euro nel secondo trimestre del 2009. Questo si concretizza in un trasferimento dell'attività sul breve termine, con le banche che restano caute nel prestare fondi a scadenze più lunghe.

L'attività overnight sul mercato garantito è aumentata al 27% di tutte le transazioni garantite, la quota maggiore dal 2003. In contrasto, i prestiti non garantiti più a lungo termine - per scadenze da tre mesi ad un anno - si sono ridotti del 44%.