November 24, 2008 / 4:58 PM / 9 years ago

PUNTO 1 - Gran Bretagna, Darling taglia stime Pil, piano stimolo

3 IN. DI LETTURA

(aggiunge piano stimolo economia)

LONDRA, 24 novembre (Reuters) - Il ministro delle Finanze britannico, Alistair Darling, ha tagliato le stime di crescita dell'economia, ma ha annunciato un piano di rilancio che ha spinto la sterlina ai massimi di seduta contro il dollaro.

Darling ha ridotto allo 0,75% la previsione di incremento del Pil britannico nel 2008, rispetto a una crescita compresa fra l'1,75% e il 2,25% vista in precedenza.

Nel rapporto che precede la stesura del budget, Darling spiega che l'anno prossimo la Gran Bretagna vedrà il Pil scendere di una percentuale compresa fra lo 0,75% e l'1,25%.

Secondo il ministro, l'economia tornerà a crescere nel 2010, con un incremento del Pil compreso fra l'1,5% e il 2%.

Darling ha alzato a 78 miliardi di sterline, rispetto ai 43 miliardi stimati nel marzo scorso, la previsione sulla necessità del governo di Londra di ricorrere ai prestiti nel periodo 2008/2009. Il ministro, inoltre, ha incrementato la stima sulle emissioni di debito nel periodo 2009/2010 a 118 miliardi di sterline, un dato che si confronta con i 38 miliardi stimati a marzo.

Darling ha detto che il debito britannico salirà dal 41% del Pil di quest'anno al 57% nel 2013/2014.

Per quanto riguarda il piano di rilancio dell'economia, il ministro ha annunciato l'introduzione di una nuova imposta massima sui redditi al 45%.

Il progretto del governo guidato da Gordon Brown contempla l'esenzione fiscale per i dividendi delle società estere a partire dal 2009.

A supporto delle piccole imprese, Londra prevede 1 miliardo di sterline di tagli alle tasse e 2 miliardi di garanzie sui prestiti.

Decisa, inoltre, l'estensione per dieci anni, al 2037, degli incentivi per lo sviluppo delle energie rinnovabili e lo stanziamento di 100 milioni di sterline per isolare le case britanniche e, così, risparmiare energia.

Sullo stesso fronte, a partire dall'anno prossimo è prevista l'introduzione di un sistema di tassazione che penalizza i veicoli inquinanti. In programma anche un incremento dell'Iva su tabacco, alcool e carburanti.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below