Fisco, in primi due mesi entrate erariali -6,6%, Ires -64,2%

venerdì 24 aprile 2009 17:39
 

ROMA, 24 aprile (Reuters) - Nei primi due mesi del 2009 le entrate tributarie erariali, calcolate secondo il criterio della competenza, si sono attestate a 56,871 miliardi di euro, segnando un calo del 6,6% in termini annui.

Lo si legge nel bollettino del dipartimento delle Finanze, che indica in 4.001 milioni il calo del gettito in termini assoluti.

"La flessione del gettito registrata nei primi due mesi dell'anno in corso riflette la congiuntura economica; l'entità della riduzione è influenzata dal fatto che il confronto tendenziale mette in relazione l'attuale periodo di crisi economica, con riflessi negativi sul gettito, con il corrispondente periodo dell'anno precedente in cui non vi erano segnali di crisi", dice il bollettino. Le imposte dirette scendono nel periodo gennaio-febbraio del 6,1%. Le entrate Ire sono state di 30,075 miliardi di euro (-679 milioni di euro, pari a -2,2%). L'Ires presenta un gettito di 423 milioni di euro (-757 milioni di euro, pari a -64,2%).

Tra le imposte indirette, l'Iva è scesa del 9,7%. La flessione è pari a 1,29 miliardi in termini assoluti.