December 23, 2008 / 11:06 AM / 9 years ago

Monetario, scambi pre-natalizi, lieve tensione su scavalco anno

3 IN. DI LETTURA

MILANO, 23 dicembre (Reuters) - Il mercato interbancario è fermo in un clima pre-natalizio, con un occhio allo scavalco d'anno che infonde ancora qualche timore, come mostra, nonostante l'eccezionale livello di liquidità, il rialzo delle scadenze direttamente interessate.

I tesorieri dicono che gli scambi sono ridottissimi sul mercato anche oggi, persino sull'overnight, l'unica scadenza ancora moderatamente attiva. E i fondi in eccesso continuano a essere depositati la sera presso la Bce.

"Non ci sono scambi, e quei pochi sono poco significativi" dice un tesoriere.

Sul mercato il tasso overnight a metà seduta viene indicato come ieri a cavallo del 2%. Il 2% è il tasso a cui vengono remunerati i depositi overnight dalla Bce, mentre il tasso di riferimento è al 2,50%.

I depositi overnight, ieri sera si sono attestati a 215,7 mld, in lieve calo dai 230,7 mld del giorno precedente. Il mese scorso avevano toccato un massimo storico a 297,4 mld.

Dal 21 gennaio la penalizzazione verrà riportata a 100 pb come era stato fino allo scorso 9 ottobre.

Continua Calo Euribor a 3 Mesi, Risale La Settimana

Continua la discesa del tasso euribor con la scadenza a tre mesi, considerata misura benchmark per i prestiti interbancari, fissata oggi a 3,019%, il livello più basso dopo il 3,001% fissato il 26 giugno 2006 EURIBOR3MD=, da 3,053% del fix di ieri.

Risale invece leggermente la scadenza a una settimana, che scavalca l'anno, fissata a 2,518% da 2,288% EURIBORSWD=.

Stamane il tasso dell'Eonia swap (Ois) a tre mesi è sceso a 1,751% da 1,799% ieri con un differenziale rispetto al tasso euribor della stessa scadenza di 126,8 da 125,4 pb.

Persiste l'attesa per un nuovo taglio dei tassi da parte della Bce a gennaio. In caso di taglio l'86% di probabilità è per un nuovo livello del tasso di riferimento per la zona euro a 1,75% dall'attuale 2,50% ECBWATCH (il restante 14% per un calo al 2%).

Attorno alle 11,50 il derivato sull'Euribor a marzo FEIH9 è a 97,695 in rialzo di 0,015. Giugno FEIM9 è a 97,895% (+0,10).

Ulteriori dettagli sulla liquidità in Europa e in Italia alle pagine Reuters ECB40 e BITS.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below