Swap Bankitalia, maggiori banche non hanno partecipato - fonti

giovedì 23 ottobre 2008 11:51
 

MILANO, 23 ottobre (Reuters) - Le principali banche italiane non hanno partecipato alla seconda operazione di prestito titoli di Bankitalia in corso oggi fino a 10 miliardi di euro .

Lo dicono a Reuters fonti bancarie, spiegando di non avere interesse per questo strumento, pur considerando positivo che sia stato adottato, nel caso in futuro ve ne fosse bisogno.

"Non abbiamo partecipato all'operazione. La nostra banca non ha necessità di raccogliere fondi attraverso questo strumento" dice la tesoreria di una delle grandi banche contattate. Analoghi commenti da altre due grandi tesorerie.

Le domande di partecipazione dovevano essere inviate a Bankitalia entro le 10. L'esito è atteso nel pomeriggio.

L'operazione, rivolta alle banche operanti in Italia ammesse alle operazioni di politica monetaria dell'Eurosistema, consiste nell'offerta da parte della banca centrale italiana di titoli di stato italiani e tedeschi a fronte della consegna di titoli normalmente non stanziabili nelle operazioni di politica monetaria.

"Noi abbiamo consistenti quantità di titoli che possiamo stanziare alle operazioni di mercato aperto, quindi non abbiamo bisogno di questo tipo di strumento" dicono in un'altra tesoreria.

Una terza grande banca aggiunge di non avere partecipato per motivi tecnici, ma che "la prossima volta lo farà, anche se solo per testare il meccanismo dell'operazione, non per necessità di questo tipo di strumento".

In occasione della prima operazione di questo tipo la scorsa settimana su un ammontare proposto da Bankitalia sino a 10 miliardi, sono stati chiesti dalle banche solo l'equivalente di 1,9 miliardi.

In quell'occasione Unicredit (CRDI.MI: Quotazione), Mps (BMPS.MI: Quotazione) e Intesa Sanpaolo avevano partecipato. La seconda e la terza avevano precisato di avere sottoscritto volumi contenuti allo scopo di testare il nuovo tipo di operazione.   Continua...