Parlamento Ue, convergenza FI e PD su nuova proposta Eurobond

martedì 23 settembre 2008 19:00
 

BRUXELLES, 23 settembre (Reuters) - Nell'ambito della seduta plenaria del parlamento Ue in corso da ieri a Bruxelles, rappresentanti di maggioranza e opposizione italiana presenteranno un documento congiunto in favore del ricorrso allo strumento degli 'eurobond'.

L'ipotesi di emissioni Ue volte a finanziare sviluppo e ricerca in più occasioni caldeggiate dal ministro dell'Economia Giulio Tremonti è stata finora respinta in sede comunitaria.

La dichiarazione scritta sarà presentata giovedì da Gianni Pittella, presidente della delegazione italiana del Pse di cui fa parte la maggioranza del Partito Democratico, e Mario Mauro, vicepresidente del parlamento Ue in quota Forza Italia.

Legalmente non vincolante e politicamente quanto meno inusuale, l'iniziativa sollecita le istituzioni europee a prendere in considerazione l'utilizzo di eurobond come fonte addizionale di finanziamento, in particolare per progetti nell'area di trasporti, energia e nuove tecnolgie.

Dalla richiesta di eurobond, respinta sia in sede Ecofin sia da osservatori come la Banca centrale europea, Tremonti è di recente passato alla proposta di trasformare la Banca europea per gli investimenti nella versione comunitaria della Cassa depositi e prestiti.

Il consiglio informale dei 27 ministri finanziari Ue ha dato finora via libera soltanto all'apertura di un gruppo di studio Bei/Commissione per il rilancio degli investimenti di lungo termine nel campo di infrastrutture ed energia.