Evasione, incassi 2008 6,9 mld, target 2009 7,2 mld - A. Entrate

lunedì 23 marzo 2009 13:43
 

ROMA, 23 marzo (Reuters) - L'Agenzia delle entrate chiude il 2008 con 6,9 miliardi di incassi provenienti dalla lotta all'evasione e punta a raggiungere nel 2009 quota 7,2 miliardi.

Lo ha detto il direttore Attilio Befera illustrando il consuntivo dell'attività svolta nel 2008.

"I risultati nel settore dell'accertamento dimostrano non solo che nel 2008 non si è verificato alcun arresto della lotta all'evasione, ma l'azione di contrasto si è ulteriormente consolidata rispetto al passato sia per volumi sia per quantità", dice in una nota Befera.

"Se il contrasto all'evasione è sicuramente importante nei momenti di crescita economica, diventa ancor più determinante nei momenti di crisi, come quello attuale, quando la concorrenza sleale rischia di essere un fattore che taglia fuori dal mercato le imprese sane".

L'attività di accertamento in senso stretto ha portato nelle casse dell'erario 3,7 miliardi di euro, il 28% in più rispetto al 2007.

Sono stati circa 645 mila gli accertamenti su imposte dirette, Iva e Irap, in crescita del 29% rispetto al 2007, in cui erano poco meno di 500mila.

"Un dato ancora più positivo se si guarda alla maggiore imposta accertata che nel 2008 ha raggiunto quota 20,3 miliardi, il 40% in più sul 2007 (14,5 miliardi)", commenta l'Agenzia nella nota.