Monetario in stallo con depositi in salita,o/n indicato verso 1%

venerdì 23 gennaio 2009 12:16
 

MILANO, 23 gennaio (Reuters) - Dopo il deciso ridimensionamento del giorno precedente, il ricorso ai depositi overnight presso la Banca Centrale Europea torna ad aumentare a quasi 190 miliardi di euro nel secondo giorno del mese rob.

Nonostante un tasso di remunerazione ancora meno attraente - diventato di 100 punti inferiore a quello ufficiale - le banche commerciali, piuttosto che far circolare i fondi sull'interbancario, continuano a preferire la deposit facility dell'istituto di Francoforte.

"Sul weekend aumenteranno ancora un pochino", prevede un tesoriere, spiegando che proseguirà l'accumulo di numeri neri del primo giorno del periodo di mantenimento della riserva.

L'overnight contina a puntare in direzione dell'1% a cui vengono remunerati i depositi marginali presso la Bce.

Secondo il tesoriere il tasso sui depositi giorno a giorno viaggia in mattinata intorno a 0,95% over the counter e a 1,07% sul Mid dove oggi si assiste ad una timida ripresa dei volumi.

"Il tasso overnight continua a scendere", sottolinea il tesoriere. "Ieri ha lavorato 4,2 miliardi sul Mid e questo dimostra che il Mid è un mercato sempre più marginale; i volumi si scambiano over the counter", osserva.

Ieri il panel Eonia ha registrato scambi per 38 miliardi di euro ad un tasso dell'1,25% rispetto all'1,5% del giorno precedente e a un riferimento del 2%.

Sugli schermi Reuters, fuori dai circuiti dei broker l'overnight quota a 1,00/1,20%.

L'Euribor a tre mesi è sceso oggi al 2,199%, nuovi minimi dal ottobre 2005, ma il premio al rischio espresso dal differenziale con la stessa scadenza sull'Eonia Swap (oggi fissato all'1,624%) resta sopra i 100 punti base intorno a 103,5 punti.   Continua...