PUNTO 1 - Dollaro forte è in interesse Usa - Geithner

giovedì 22 gennaio 2009 17:04
 

(aggiunge da sesto paragrafo nuove dichiarazioni designato al Tesoro e contesto)

WASHINGTON, 22 gennaio (Reuters) - A parere di Timothy Geithner, segretario designato al Tesoro Usa, la forza del cambio è nell'interesse degli Stati Uniti.

"Un dollaro forte è nell'interesse nazionale dell'America. Il mantenimento della fiducia nella solidità di lungo termine dell'economia statunitense e la stabilità del sistema finanziario Usa fa bene sia all'America sia ai nostri partner commerciali e di investimento" spiega Geithner in risposta alle domande scritte della Commissione Finanza del Senato.

Domande e risposte per complessive 102 pagine sono state pubblicate dalla Commissione, chiamata a esprimersi sul nuovo segretario al Tesoro alle 16 italiane.

Sempre secondo Geithner, il presidente Barack Obama è del parere che Pechino intervenga manipolando il cambio e il regime dello yuan sarà un tema importante nel dialogo tra Usa e Cina.

"Sostenuto dalle conclusioni di un'ampia rappresentanza di economisti, il presidente Obama crede che la Cina stia manipolando il cambio. Come presidente, si è impegnato a utilizzare aggressivamente tutte le vie diplomatiche accessibili per cercare una modifica degli interventi cinesi sul cambio".

Sempre nelle risposte alla commissione del senato Geithner anticipa che le società che stanno ricevendo "eccezionale assistenza" grazie ai fondi messi a disposizione dal Tesoro nel pacchetto di salvataggio devono ridurre il dividendo trimestrale a un centesimo per azione finché non avranno estinto il debito con l'amministrazione pubblica.

Il codice tributario Usa potrebbe dovere poi chiarificare le deifizioni di 'debito' ed 'equity', dal momento che le società si sforzano di trarre il massimo vantaggio dal trattamento fiscale agevolato riservato al 'debito'.   Continua...