Francia, ministro Bilancio vede deficit 2009/10 tra 7 e 7,5% Pil

lunedì 22 giugno 2009 07:50
 

PARIGI, 22 giugno (Reuters) - La Francia andrà incontro quest'anno e il prossimo a un disavanzo di bilancio ben più alto del previsto ma tenterà di limitarlo con una stretta alle spese e il ritorno alla crescita, non attraverso un aumento delle imposte. E' quanto ha dichiarato ieri il ministro del Bilancio francese, Eric Woerth, prevedendo per il 2009 e il 2010 un deficit compreso tra il 7 e il 7,5% del Pil, a fronte di una crescita del Pil di solo lo 0,5% il prossimo anno.

"Lo Stato avrà un disavanzo attorno ai 115 miliardi di euro" mentre per le amministrazioni locali il buco sarà sui 140 miliardi quest'anno, ha detto Woerth parlando alla radio RTL.