Tasso interbancario overnight dollari a 2,5%, Ted -spread 260 pb

lunedì 22 settembre 2008 10:39
 

LONDRA, 22 settembre (Reuters) - Il tasso per i prestiti overnight interbancari in dollari stamane risulta in calo rispetto ai picchi visti la scorsa settimana, ma resta ancora su livelli elevati e sopra il fix di venerdì, segno che il mercato del credito resta teso nonostante le proposte di interventi da parte del governo Usa.

Il tasso interbancario overnight in dollari USDOND= è indicato stamane sugli schermi Reuters attorno al 2,5%, sempre sopra il target della Federal Reserve del 2%, anche se sensibilmente sotto i picchi fino al 10% visti la scorsa settimana.

Anche il costo di finanziamento a tre mesi in dollari USD3MD= è sceso, indicato stamane a 3,90%, contribuendo anche alla riduzione dello spread Ted.

Lo spread Ted Usa è dato dal confronto tra il tasso Libor a tre mesi e il rendimento dei titoli di stato Usa di eguale durata e, al pari di quello tra tasso euribor ed eonia swap nella zona euro, indica il premio a rischio chiesto dalle banche per i prestiti di fondi tra loro.

Con un rendimento dei titoli a tre mesi Usa (T-bill) in netto recupero a circa l'1,4% dal livello 'virtuale' di zero visto all'inizio della settimana, il 'Ted spread' risulta stamane attorno a 260 punti base USD3MD= US3MT=RR, secondo gli schermi Reuters.

Ieri tale spread, attentamente osservato, si era allargato fino a 500 pb giovedì scorso, il suo livello maggiore in oltre un quarto di secolo.