PUNTO 2 - Fiat, risultati trimestre in netto calo, timori debito

giovedì 22 gennaio 2009 14:35
 

(aggiunge commenti e altri dettagli sull'esercizio in corso)

MILANO-TORINO, 22 gennaio (Reuters) - Fiat FIA.MI sconta il forte rallentamento dell'ultima parte del 2008 e decide di preservare la liquidità per reggere l'urto di un esercizio che si presenta difficile.

Con una dichiarazione del suo portavoce, Fiat smentisce anche le notizie di stampa "che non hanno alcun fondamento" su un aumento di capitale.

Il gruppo ha chiuso il trimestre con risultati in netto calo e un livello del debito che preoccupa il mercato e che ha spinto il titolo a una sospensione al ribasso.

Preoccupa "senza dubbio il debito", commenta un analista di una primaria banca italiana sui motivi della reazione del mercato ai dati del gruppo.

"Il debito è superiore alle previsioni a causa dell'aumento delle scorte generato dalle vendite contenute del quarto trimestre", commenta un altro analista, ricordando l'outlook negativo di Moody's dei giorni scorsi che potrebbe portare il rating a junk. "Le stime sul 2009 confermano il worst case scenario ipotizzato alcuni mesi fa", conclude.

Secondo la nota sui risultati, il gruppo ha chiuso l'anno con fatturato a 59,4 miliardi in rialzo dell'1,5% e trading profit a 3,4 miliardi in aumento del 4%.

Il debito netto industriale si attesta a 5,9 miliardi. La posizione finanziaria netta a fine 2008 è negativa per 17,954 miliardi da 10,778 miliardi di fine 2007.   Continua...