PUNTO 2-Scudo fiscale, commissione Senato estende falso bilancio

martedì 22 settembre 2009 16:59
 

(aggiunge esame aula in terzo capoverso)

ROMA, 22 settembre (Reuters) - La commissione Bilancio del Senato ha dato il via libera al testo sullo scudo fiscale votando anche l'emendamento Fleres che estende lo scudo ai reati fiscali e penali tributari, compreso il falso in bilancio, per i quali non ci sia comunque un procedimento avviato prima del 5 agosto del 2009.

L'esame passa ora in aula. In commissione hanno votato a favore i senatori della maggioranza e contro quelli del Pd e dell'Idv (in commissione Bilancio l'Udc non è presente).

L'aula di palazzo Madama si è già riunita per l'esame del provvedimento che dovrebbe essere licenziato in serata o nella giornata di domani per passare poi all'esame della Camera che lo dovrà approvare entro il 5 ottobre.

Rispetto al testo originario, con l'emendamento Fleres votato oggi, è stata anticipata al 15 dicembre 2009 (dalla precedente scadenza del 15 aprile 2010) la scadenza per la presentazione delle dichiarazioni di sanatoria.

Dopo le polemiche dei giorni scorsi l'emendamento è stato questo pomeriggio riformulato per la terza volta in altri punti senza però stravolgerne la sostanza, ma solo con qualche specifica in più.

Fra le specifiche, quella che chiarisce i reati penali oggetto dello scudo e che non sono coperti quei reati per i quali sia stato avviato un procedimento penale prima del 5 agosto scorso, giorno dell'entrata in vigore della legge di conversione del decreto che viene ora corretto.

Di fatto il pagamento dell'imposta del 5% (che è in termini "assoluti" e non riducibile) comporta, secondo una nota tecnica diffusa dall'ufficio legislativo del gruppo Pd del Senato, l'esclusione della punibilità penale   Continua...