Banche,per decreto si attende indicazione Ue su rendimento-fonte

sabato 22 novembre 2008 18:58
 

* Sul tavolo ipotesi bond convertibile ma non dallo Stato

* Tempi ancora incerti

ROMA, 22 novembre (Reuters) - Perchè il decreto legge sulla patrimonializzazione delle banche italiane veda la luce si attende che a livello europeo venga fissato un parametro comune sul rendimento delle obbligazioni sottoscritte dallo Stato.

Lo riferisce una fonte bancaria dopo che ieri il governo ha annunciato lo slittamento al 28 novembre del Consiglio dei ministri sulle misure urgenti a sostegno dell'economia.

"Gli esperti delle autorità di vigilanza europee stanno studiando regole comuni tra le quali il costo per le banche di questo tipo di strumenti", ha detto la fonte.

"Non è possibile che in un Paese il rendimento sia al 10%, in un altro al 5% e in un altro ancora all'8,5%".

L'arco di tempo entro il quale questo obiettivo dovrebbe essere raggiunto resta molto incerto.

"Potrebbe essere una settimana o molto di più", ha detto ancora la fonte.   Continua...